New Year, New Jenna

!n casa aspe++avamo l’arr!vo d! San+a Claus, e non s! muoveva una fogl!a. A par+e !l m!o mouse, che però non funz!onava e mi faceva !mpazz!re. Così come la +as+!era, +an+o per grad!re. La T era un +, e la i un pun+o esclama+!vo, così un nuovo compu+er era !l dono a cu! amb!vo…

Questa serie di eventi mi fa realizzare che ho bisogno di un breack, e di fermarmi a pensare. 

La sera del ballo un pensiero mi ha pervaso, dopo ciò che ho scoperto per puro caso. La lettera finalmente aveva un autore, e scoprire chi fosse è stato un colpo al cuore. 

Né Lissa, né Ming, né Tamara, né Sadie, né Matty, né mio padre, ma proprio mia madre.

Giorno dopo giorno cercavo di capire: perdonare o dimenticare? O mi dovevo solo divertire?

Decorando 100 tortine nello zucchero avvolte, o guardando ogni film in televisione due volte? E ora che la mia mente cominciava a viaggiare avrei fatto per Jake quello che lo faceva sognare..

Visto che i giorni di vacanza si contano come gli anni per i cani, io e Jake eravamo quasi una vecchia coppia, quindi ufficializzarlo in rete sembrava solo una formalità…. eppure avevo paura.. Jake avrebbe accettato una rifiutata dalla madre? Ho bisogno di chiarezza e di una spiegazione. 

Ma su mia madre avevo qualche riserva. 

Lacey: Non voglio che ti dimentichi quanto sei preziosa per me.

..E come? Me lo aveva scritto nella lettera di sconfronto!

Kevin: Questo invece è per ricordarti quanto sei preziosa per me!

Immagine

 

 

T ancora non sapeva di mia madre e della lettera, non lo sapeva nessuno perché non volevo che qualcuno la odiasse prima della sottoscritta. 

Non potevo parlarle, non avevo niente da dire. Quindi l’unico modo per allontanarla dai miei capelli era sistemarli. 

In appena quattro mesi mi sono evoluta, sono passata da “quella che ha tentato il suicidio” a “quella con un accompagnatore per capodanno”. Ma per qualche motivo la nuova Jenna ancora non riusciva a lasciarsi andare del tutto. 

NUOVO COMMENTO. 

Anonimo. Lasciati andare, andrà tutto bene. 

Anonimo. Cos’altro ti rimane da risolvere?

Non vedevo Matty dal giorno del ballo e temevo che sarebbe stato strano. 

Matty: Voglio un’altra chance. So che non mi hai dimenticato, altrimenti non saresti qui.

Era vero, non lo avevo ancora dimenticato, ma non lo avevo neanche perdonato. 

Matty: Non preoccuparti per Jake, capirà quando saprà che io stavo con te da prima. 

Effettivamente Matty stava con me da prima. In effetti Jake e io non stavamo insieme. Ma se tutto si riduce ai soli fatti io di fatto ero confusa. 

15 minuti alla mezzanotte

Sarebbero stati minuti impossibili da dimenticare. Jake voleva una conferma, Matty una risposta.  E io una boccata d’aria. 

J: Non lasciare che il passato ti condizioni il presente, ti sta paralizzando!
E forse le mie illusioni passate paralizzavano anche me… Solo che non sapevo da chi. 

Immagine

 

 

Era ufficiale, avevamo DTR anche online e io superavo la mia paura: la paura di essere rifiutata, perché non avevo nulla da temere, e anche se solo uno sconosciuto online conosceva la verità era ora di rendere pubblico quello che non avrei perdonato né dimenticato. 

Immagine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...